milan news

Galliani-Torino, l’ultima idea di Cairo per la dirigenza

Galliani lascerà il Milan dopo il closing

Gennaio, mese di calciomercato e grandi notizie in arrivo. Non solo per ciò che concerne i calciatori che si candidano a (ri)animare il mercato alla riapertura delle liste. Sulla piazza, infatti, ci sono tanti abili dirigenti pronti a cambiare casacca. Uno su tutti Adriano Galliani che fra qualche giorno lascerà dopo anni il Milan a closing ultimato. L’esperto uscente amministratore delegato del Diavolo rimarrà senza squadra e fa gola a tanti. Lui si sfila, dice di non aver ancora pensato a cosa farà da grande, ma ci riesce difficile immaginare di vederlo godersi una pensione dorata dopo aver bazzicato per decenni il gotha del calcio mondiale. Insomma, Galliani vuol continuare a fare il dirigente e se non sarà al Milan, sarà altrove.

Cairo vuole Galliani al Torino su consiglio di Mihajlovic

Perché no in un club? La storia dello storico braccio destro di Silvio Berlusconi ovviamente “vieta” un passaggio alle rivali storiche. Non ad un club blasonato che ha voglia di rinverdire i fasti del passato quale il Torino. Tra Urbano Cairo e Adriano Galliani c’è una storica amicizia, del resto il numero uno del Toro proviene dalla “scuola” Berlusconi. A fare da punto di contatto ci sarebbe proprio Sinisa Mihajlovic che ha sempre speso parole d’elogio per Galliani nonostante la nebulosa fine dell’avventura al Milan.

Galliani alla Lega, tanti presidenti di A danno il via libera

Sullo sfondo, ovviamente, anche la possibilità di eleggerlo alla presidenza di Lega dove Galliani ha già consensi trasversali: da Lotito a Preziosi passando per Agnelli, Moratti e finanche gli americani della Roma. Ancora poche settimane e sapremo.