Supercoppa, Agnelli vuol tornare a farla giocare in Italia

La disavventura occorsa al Milan nel raggiungere Doha è stata solo l’ultima goccia che ha fatto traboccare un vaso la cui misura ormai da tempo era colma. Da gare disputate su autentici campi di patate a bizzarre inquadrature televisive: da quando la Lega ha deciso di far disputare la finale di Supercoppa all’estero, ne son capitate praticamente di tutti i colori.

L’ultima, non imputabile a nessuno se non ad un aereo che ha fatto i capricci, il ritardo con cui il Milan ha raggiunto il Qatar. Comunque vada saranno prevedibili le polemiche. Ma al di là di questo, a tanti l’idea di traslocare in mete esotiche per mere ragioni economiche non piace più. Juventus in testa. Vista la alta possibilità che siano di nuovo i bianconeri una delle due squadre in campo, la tesi perorata da Andrea Agnelli prende sempre più corpo. Dall’anno prossimo la Supercoppa potrebbe tornare in Italia ed essere disputata regolarmente in estate, in uno stadio prossimo ad una delle tante località vacanziere prese d’assalto dai turisti italiani e non. Il tutto da inserire in una serie di eventi ad ampio respiro che possano comunque pareggiare gli introiti garantiti dai petrodollari. Già filtrano le prime indiscrezioni: Cesena, Bari e Palermo potrebbero essere tre soluzioni plausibili.