Sampdoria, il presidente Ferrero nei guai: sequestro dei beni per il dirigente romano

Una notizia dell’ultima ora che sconvolge la serie A ma soprattutto i tifosi della Sampdoria. Il massimo dirigente della squadra blucerchiata, Massimo Ferrero, è coinvolto in una indagine del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, che riguarda anche altre persone. La Guardia di Finanza sta dunque eseguendo un decreto di sequestro nei confronti del presidente.

I reati ipotizzati, a vario titolo, sono appropriazione indebita, truffa, emissione e utilizzo di fatture false, autoriciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita. In particolare, come comunicato dalla Guardia di Finanza, il Nucleo Speciale di Polizia Valutaria ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo – emesso dal Gip del Tribunale di Roma su richiesta della locale Procura della Repubblica – per un valore complessivo di oltre 2,6 milioni di euro nei confronti della Sampdoria, del presidente Massimo Ferrero e di altri 5 indagati.