Punizioni Champions League

L’asso del Barcellona in vetta a tutti nella speciale classifica degli ultimi 5 anni: 13 reti. Proseguendo troviamo il bianconero Pjanic davanti a Cristiano Ronaldo, Çalhanoğlu e Pirlo. Ma il giocatore azzurro….

Da qualunque posizione siano non fa differenza. Punizioni sbalorditive quando le tirano loro: gli specialisti dai piedi buoni. Palla a giro, tiro forte. Il risultato in ogni caso è sempre lo stesso: rete ed esultanza.

Una gara di giocatori con il piede magico, una graduatoria tra i migliori di sempre, quelli che per qualche minuto fanno rimanere con il fiato sospeso.

Il primo posto è di Messi. Anche qui, l’argentino è da tutte le parti. La classifica comprende i cinque più importanti campionati d’Europa, ovvero: Serie A, Liga, Premier League, Bundesliga e Ligue 1 e conteggia tutti i gol realizzati direttamente su calcio piazzato negli ultimi 5 anni, dalla stagione 2012/2013. La Pulce è in vetta annientando tutti quanti: 13 palloni Messi alle spalle dei portieri avversari. Tutte con la maglia del Barcellona, ovviamente.

Per Leo due reti in più rispetto al rivale di tutti i tempi CR7, fermo a 11. Poca roba, Si, vero, ma comunque due gradini di differenza sul podio dei migliori tiratori di punizione in Europa.

Perché a ficcarsi in mezzo ai due fenomeni troviamo un italiano:  Miralem Pjanic. Per il giocatore bosniaco sono 12 le reti distribuite tra l’esperienza alla Roma e quella attuale con la Juventus di Max Allegri.

Un po’ più sotto, troviamo a 11 e dunque in terza posizione insieme a C.Ronaldo, altri due giocatori: il rossonero, Hakan Çalhanoğlu e il leggendario Andrea Pirlo. Con un dettaglio non da poco conto in favore del calciatore italiano, miglior realizzatore di sempre del massimo campionato di Serie A insieme a Mihajlovic (28 reti): per lui vengono conteggiate le punizioni inerenti solo a tre stagioni, fino al 2015, anno in cui lasciò il campionato italiano per andare negli Stati Uniti. Che dire, gli sarebbero bastati altri 2 gol in 2 anni per raggiungere l’argentino Messi al comando, 3 per staccarlo e comandare senza rivali.