PSG, Mancini in corsa per la successione di Emery

Scivolato addirittura al terzo posto in classifica quando lo scorso anno, di questi tempi, stava per aggiudicarsi il titolo di Campione d’Inverno con ben 19 punti di vantaggio sulla seconda in classifica. Una differenza abissale che non può trovare giustificazione nell’addio, seppur pesante, di Zlatan Ibrahimovic: è crisi nera al Paris Saint Germain, uscito con le ossa rotte anche dalla gara con il modesto Guingamp.

Nizza e Monaco provano la fuga, Una Emery rischia seriamente il posto. Gli sceicchi sono adiratissimi per il lacunoso cammino offerto dalla squadra in questa prima metà di campionato, l’ex tecnico del Siviglia potrebbe essere silurato a breve. Oltre ai risultati, gli viene rimproverato un rapporto non idilliaco con parte dello spogliatoio. Verratti in primis, pupillo degli sceicchi ma spesso messo in discussione dal tecnico spagnolo. Per la sua eventuale successione è già folta la schiera dei papabili sostituti tra cui spiccano i nomi di Hiddink, ma anche di Clarence Seedorf e Roberto Mancini. Quest’ultimo ha declinato alcune proposte dalla Cina proprio per aspettare che si liberasse una panchina di una big europea. Che sia arrivata l’occasione giusta?