Pescara, Zeman si presenta dopo il ritorno in panchina

E’ il giorno dello Zeman bis a Pescara. Che sia tornata Zemanlandia è obiettivamente troppo presto per dirlo visto che il tecnico boemo ha sostenuto appena due allenamenti con la nuova squadra. Di certo il tecnico che fece grande il Foggia non ha perso l’entusiasmo, pur alla soglia dei 70 anni.

“Ho visto giovani messi molto peggio di me in questo senso – ha affermato con la sua solita ironia in conferenza stampa – La salvezza è un’impresa obiettivamente difficile, per ora dobbiamo porci l’obiettivo di non essere più la peggiore squadra d’Europa. Per salvarci dovremmo vincere più partite di quelle che occorrono alla Juventus per raggiungere lo Scudetto. Siamo consapevoli che non sarà affatto facile”.

Prende la parola patron Sebastiani: “Il direttore Pavone, in virtù dei suoi storici rapporti col mister, lo ha chiamato per sondare la sua disponibilità. Ha detto si fin dai subito ma voleva parlare con me per capire le mie intenzioni a fine stagione. Abbiamo raggiunto l’accordo in un minuto e mezzo”.