Ultime News Juventus – Parla Cristian Pasquato, calciatore di proprietà dei bianconeri e in prestito in Russia.

Intervistato dalla redazione di Itasportpress, Cristian Pasquato in prestito in Russia al Kryl’ja Sovetov (appena retrocesso in seconda divisione) ha parlato sia del presente ma soprattutto del passato e di quello che poteva essere un percorso di carriera diverso, magari in forza ai bianconeri: “Il mio cartellino è ancora di proprietà della Juventus. Purtroppo in passato ho fatto delle scelte sbagliate e ho perso il treno. Sbagliai a chiedete il trasferimento dopo un buon precampionato con Antonio Conte in panchina nel 2011. Quell’estate diventai la prima alternativa ai titolari, ma poi arrivarono tre esterni d’attacco durante il calciomercato e chiesi la cessione. Ho lasciato la Juve troppo presto, a 20 anni certi errori si fanno, dovevo rimanere e maturare con campioni come Pirlo e Del Piero. Prima Lecce e poi Torino sono state scelte sbagliate. I treni passano una sola volta nella vita e io non sono riuscito a salire sulla carrozza della “Vecchia Signora” del calcio”.

Futuro ancora in Russia per Pasquato?

Il 30 Giugno scade il prestito al Kryl’ja Sovetov e Pasquato vuole ancora rimanere in Russia: “Spero di rimanere in Russia e magari giocare in un club vicino alla capitale in modo da poter avere la mia famiglia con me. Vivere da solo lontano dall’Italia non è il massimo ma ci siamo adattati”