Milan

Per il momento i 230 milioni di euro spesi dalla dirigenza rossonera non stanno portando a risultati positivi

Siamo arrivati al momento di guardare in faccia la realtà, questo è l’attuale Milan. I 230 milioni di euro spesi quest’estate sono serviti a realizzare questa non squadra. Il giovane talento portoghese Andre’ Silva, pagato 40 milioni di euro, fino ad oggi è impresentabile nelle partite di alto livello, non perché non fa gol, ma semplicemente perché non riesce a rendersi utile in nessuna maniera.

Bonucci la brutta copia del giocatore che era alla Juventus

Il difensore ex Juventus strapagato, con tanto di fascia di capitano appena arrivato, commette un sacco di errori di distrazione mai visti fare prima quando giocava con i bianconeri.

Se a tutto questo aggiungiamo Kessie cambiato dopo il primo tempo per la disperazione, Biglia e Rodriguez che commettono errori non da loro, ecco che nel superbo mercato si salva clamorosamente quello più economico, Borini!

La dura realtà è che questa squadra, se ha una possibilità di scalare la classifica è solo grazie ai giocatori presenti già da qualche anno. Suso, Bonaventura, Cutrone e Locatelli sono loro che stanno dimostrando di saperci fare.

Nonostante le sconfitte ad oggi sono arrivate a 4 in 8 match, per il momento Fassone e Mirabelli non se la sentano di incolpare solo l’allenatore Montella e mandarlo via. L’esonero del tecnico, infatti, non sarebbe la soluzione più consona per ora.