News Milan

Per l’ennesima volta il deludente Lucas Biglia a causa infortunio è nuovamente fermo, ma nello stop che metterà fuori gioco il giocatore nella trasferta di Europa League con l’Aek Atene c’è lo zampino di Montella. L’argentino fino ad oggi ha giocato al di sotto delle proprie possibilità

Quella di Montella fino ad oggi non è stata una gestione fatta con criterio, molto pericolosa invece…. Il tutto infatti si sta man mano ritorcendo contro il tecnico che nelle prossime due gare sicuramente si gioca gran fetta della permanenza nel club rossonero.

Far giocare Biglia contro il Chievo Verona con l’affaticamento muscolare non è stata una buona scelta. Una scelta che non ha fatto altro che far infortunare del tutto l’ex centrocampista della Lazio.

Kessie e Bonucci contro Montella?

Una situazione che si sarebbe potuta benissimo evitare qualora Montella avesse preso la decisione di non anteporre assolutamente i propri interessi personali, ovvero quello di salvaguardare il proprio posto col sentimento inconscio di giocare ogni match come se fosse l’ultimo. Prima di Biglia, ci sono passati Bonucci e Kessie, che a turno avevano domandato di rifiatare visto che il Milan tra campionato ed Europa League sta giocando un’infinità di partite.

Non a caso tutto ciò ha portato il centrocampista ex Atalanta ad un calo fisico non indifferente, cosi come l’ex bianconero, profondamente in conto circuito mentale dopo aver combinato un bel guaio contro il Genoa: “Aiutati che Dio ti aiuta”, recita un vecchio adagio popolare, ma l‘allenatore del Milan ha deciso di giocare col fuoco e con Aek e Sassuolo rischia di bruciarsi definitivamente le carte che le sono rimaste a disposizione. Vedremo che succederà….