Napoli, Sarri su scudetto e VAR: “Juve favorita”

Guarda tutti dall’alto verso il basso, ma non soffre di vertigini. Anzi, fa sfoggio della sua consueta umiltà trasformandosi da pompiere nello gettare acqua sul fuoco dell’entusiasmo straripante che si respira in quel di Napoli. Maurizio Sarri si confessa in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport in cui tocca tanti temi, non ultimo quello dell’addio al Napoli: “Un giorno succederà e sarà in maniera del tutto naturale”, afferma.

Sarri e la lotta scudetto: “Napoli non è l’anti-Juve”

Il discorso scivola sulla Juventus e la corsa al titolo: “Chi dice che il Napoli è favorito prende un grosso abbaglio. La Juventus attuale è la più forte degli ultimi 7-8 anni per qualità e profondità dell’organico, nelle mani di un allenatore straordinario. Per me resta la favorita numero uno, sarebbe presuntuoso da parte nostra paragonarsi a loro. Non siamo l’anti-Juve, loro sono di un altro livello”.

Sarri e il VAR: “Sono d’accordo con la Juventus”

A sorpresa sulla VAR Sarri si espone su linee di pensiero convergenti a quelle bianconere: “Sono dubbioso, toglie spontaneità ed entusiasmo. Segni, ma non sai se puoi esultare perché magari il gol non viene convalidato. E’ in fase di sperimentazione, io ne farei un uso molto più moderato”.