Napoli, Sarri se la prende con i cori razzisti: “Deve intervenire la Procura”

“Ora basta, deve intervenire la Procura Federale”. Non c’è partita del Napoli senza polemica aizzata da Maurizio Sarri. Il tecnico azzurro se la prende con i presunti cori razzisti intonati dai tifosi nerazzurri nel corso di Napoli-Inter di ieri sera. Per il tecnico napoletano è arrivato il momento di dare un segnale forte.

“Ci sono alcune forme di razzismo che vengono punite, mentre se a noi ci cantano ‘Vesuvio lavali col fuoco‘ nessuno ci tutela. Ora è il momento di finirla”, tuona Sarri in preda ad un delirio di perbenismo. Evidentemente il tecnico del Napoli vorrebbe assistere a partite di calcio stile messa domenicale. Tutto giusto, tutto lecito, ma quel tipo di cori – goliardici ma obiettivamente pesanti – sono vecchi quanto il mondo. E nessuno si è mai scandalizzato.

Appuntamento alla prossima polemica. Maurizio Sarri si è costruito ormai un personaggio tutto suo, scimmiottando per certi versi José Mourinho. Il portoghese era maestro nel cercare di dirottare l’attenzione altrove per lasciare libera la squadra da polemiche e pressioni. Sarri ha intrapreso la medesima strada. Ma alla lunga la stessa cantilena infastidisce…