Ultime News Napoli – Totò Di Natale vuota il sacco sui suoi forfait al San Paolo

Dopo la pausa per le Nazionali, finalmente ritorna il campionato di Serie A con la 13esima giornata. Quest’oggi sono previsti in programma due anticipi, uno alle ore 15.00 tra Chievo e Cagliari e l’altro, il più atteso, alle ore 18.00 tra Udinese e Napoli. Due alfieri mancheranno nel match serale al Dacia Arena, ossia Gonzalo Higuain negli azzurri e Antonio Di Natale nei friulani.

L’attaccante 39enne nativo di Napoli, in merito alla sua assenza, sostiene che la vita deve continuare perché nessuno è insostituibile. Sia Napoli che Udinese hanno un grande attacco e saranno Mertens, Callejon, Insigne, oppure Thereau e Zapata a decidere il match.

Alla domanda per quale squadra tiferà, Di Natale ha così risposto:

Per l’Udinese, ovvio, anche se sono nato a Pomigliano d’Arco come Cacia, Lodi, Montella. Da bambino però tifavo Napoli, giocavo a calcio nei rioni della città, in particolare nello spiazzo antistante il tribunale e quando nelle gare casalinghe avevo la fortuna di fare il raccattapalle al San Paolo mi emozionavo a vedere all’opera Maradona che sognavo di emulare. Ma l’Udinese rappresenta per me dodici lunghe, meravigliose stagioni nel massimo campionato, mi sono tolto non poche soddisfazioni, non ci sono dubbi, sono stati di gran lunga gli anni più belli della mia lunga carriera. Ho dato e ricevuto. A Udine sono stato davvero bene”.

Come ben sappiamo ogni qual volta l’Udinese era ospite al San Paolo, l’attaccante bianconero dava forfait e, per tal motivo, ha ricevuto molte accuse per essersi inventato infortuni pur di non sfidare gli azzurri. Arriva la risposta dell’attaccante:

“So quanto si è detto e si è scritto sul mio conto. Ma non ho mai risposto a simili gratuite accuse. Me ne sono stato sempre zitto anche quando quattro, cinque anni fa alcuni mi ritenevano finito. A me è sempre piaciuto parlare con i fatti. Basta rileggere la storia di Udinese-Napoli”.