Bonucci

Milan, parla il mental coach di Bonucci: “Ora serve bagno d’umiltà”

“La fama, la presentazione in grande stile e la fascia di capitano non hanno fatto bene a Leonardo Bonucci“. A parlare non è uno dei tanti detrattori del numero diciannove rossonero, ma bensì una figura a lui solitamente molto vicina, vale a dire il suo mental coach Alberto Ferrarini. Intervento a Radio24, ha così spiegato le ragioni della crisi di Leo che sembra ormai davvero irreversibile.

Notizie Milan, prosegue la crisi di Bonucci

“Lui è un soldato, per anni lo è stato per Conte e per la Juventus. Deve tornare ad esserlo anche per il Milan. Se facesse un passo indietro sulla fascia da capitano, avrebbe meno responsabilità e sarebbe un bene per tutti. Ha toccato il fondo, ora può solo risalire. Ha una grande voglia di rivalsa e di vincere. E’ consapevole che le critiche sono giuste e le condivide, sta lavorando per tornare più forte di prima”, spiega Ferrarini.

“L’arrivo e la presentazione in grande stile al Milan non gli hanno fatto bene in quanto hanno aumentato a dismisura il suo ego. Deve ritrovare sé stesso facendo un grosso bagno di umiltà. Dimostrerà di essere ancora uno dei centrali difensivi più forti al mondo”, conclude Ferrarini.