Milan

Milan, Calhanoglu fa scoppiare il caso: “Mi hanno rubato tutto”

E’ uno dei tanti calciatori presi da Fassone e Mirabelli per far compiere il salto di qualità ad un Milan che invece stenta incredibilmente ad ingranare le marce alte. I rossoneri si leccano le ferite dopo il pesante ko nel derby con l’Inter ed incassano anche le dichiarazioni del turco Hakan Calhanoglu, uno di quelli che fin qui ha maggiormente deluso le aspettative.

Calhanoglu delude ed attacca Montella: “Non gioco dove vorrei”

L’avventura dell’ex Bayer Leverkusen con la maglia del Diavolo stenta a decollare. Il diretto interessato si lascia andare ai microfoni della Bild a dichiarazioni che esternano tutto il proprio malcontento, ad iniziare dai primi approcci alla nuova realtà: “Appena arrivato a Milano, mi hanno rubato dalla macchina gli scatoloni del trasloco. E’ stato scioccante”. Insomma, per la serie il buongiorno si vede dal mattino.

Ancora Calhanoglu: “Non è un momento facile, il club ha investito molto e le aspettative su di noi sono giustamente altissime. Sono abituato a giocare come trequartista, qui gioco più lontano dalla porta e non la punto come vorrei fare. Il mio idolo è Kakà, mi ispiro a lui ma qui sto giocando in un’altra posizione”.