Milan news, finalmente accordo tra vecchia e nuova governance

Positivo incontro tra Fassone e la Fininvest

Prima, promettente, schiarita all’orizzonte nei delicati rapporti tra vecchia e nuova governance del Milan. Nell’incontro di ieri tra Marco Fassone, amministratore delegato in pectore già nominato da Sino Europe Sports, ed il manager di Fininvest Alessandro Franzosi s’è raggiunta una bozza d’accordo su due punti focali.

Stanziato premio Supercoppa

Il primo è il premio Supercoppa che eventualmente la squadra incasserà dovesse battere la Juventus nella finale di Doha. Si tratta di un milione e mezzo di euro che saranno equamente divisi tra i calciatori ed i componenti dello staff. Equa suddivisione anche tra vecchi e nuovi acquirenti. Berlusconi sborserà 750mila euro, il rimanente ai cinesi. Certo, si parla di pure ipotesi: bisognerà prima battere la Juve e sollevare il trofeo e non sarà certamente impresa agevole.

Rinnovo Bonaventura, c’è l’ok

Il secondo è il rinnovo di Jack Bonaventura. I cinesi hanno superato le resistenze iniziali, avallando l’allungamento e l’adeguamento del contratto del forte calciatore rossonero che firmerà a breve un nuovo accordo fino al 2021. Bloccato, invece, il rinnovo di Paletta. Per i cinesi non è una priorità.