Milan, Leonardo sicuro: “Non è da scudetto, ha cambiato troppo”

Da calciatore era un talento puro, inventiva e classe brasiliana unite ad una freddezza e lucidità tipicamente europee. Da opinionista, invece, si traveste da cagnaccio di centrocampo non lesinando entrate a gamba tesa ed a piedi uniti: Leonardo smonta il nuovo corso del Milan, ridimensionando le ambizioni di club e tifosi.

“Il Milan non è da scudetto, ma è un’opinione che ho sempre avuto e non è influenzata dalla sconfitta sonora rimediata contro la Lazio. Per me non è una scoperta, è una squadra nuova che ha cambiato troppo rispetto al passato. Gli servirà tempo, arriveranno altri passi falsi che faranno fisiologicamente parte di un processo di crescita. Per lo scudetto serve altro”, ha affermato l’ex calciatore, dirigente e tecnico rossonero ai microfoni di Sky Calcio Club.

Serie A, Leonardo sicuro: “Juve, Napoli e Inter favorite”

Le sue personalissime favorite: “La Juventus, indubbiamente, il Napoli perché gioca un ottimo calcio, ma attenzione anche all‘Inter. Spalletti ha portato serietà, organizzazione e concretezza. I nerazzurri hanno calciatori fisici e forti”.