Milan

Le speranze del Milan appese ad un filo:  domani alle 11 si pronuncia il TAS

AGGIORNAMENTO ORE 12.20 – Il Milan è in Europa League. Il TAS ha deciso di accettare le richieste dei rossoneri che potranno disputare la prossima Europa league. A breve arriverà l’ufficialità del TAS di Losanna.

AGGIORNAMENTO ORE 18.35 – Il TAS ha deciso di comunicare la sua decisione domani mattina intorno alle 10,30. La situazione si è protratta e dunque sembrano filtrare positive notizie dalle segrete stanze. Fassone  è rimasto a colloquio con i giudici per circa un’ora. Il Milan resta molto fiducioso. Seguiranno aggiornamenti.

Il Tas di Losanna ha tre scelte: assolvere totalmente il Milan dandogli la possibilità di partecipare alla prossima Europa Leaguerifiutare la sua richiesta invitare l’Uefa ad attenuare la pena.

Se venisse riammesso il Milan verrebbe rinviato nuovamente alla Camera investigativa dell’Uefa perché le violazioni dei paletti del Fair Play Finanziario nel triennio 2014-2017 resterebbero comunque. In quel caso all’orizzonte ci sarebbero multe e restrizioni di vario tipo (come già stato per Inter e Roma). Se, invece, l’esclusione venisse confermata, il Milan tornerebbe alla Camera investigativa solamente tra un anno. Con una possibilità in più. Se il club rossonero, in questo arco di tempo, cambiasse proprietà, si riaprirebbe addirittura la porta del Voluntary Agreement, non concesso il 15 dicembre 2017. 

In tutto questo dirette interessate sono anche la Fiorentina che parteciperebbe al posto del Milan. In caso di esclusione, l’Atalanta sarebbe ammessa direttamente ai gironi e il club viola ai preliminari di Europa League.