Milan, nome nuovo per l’attacco: piace Dembelé del Celtic

Adriano Galliani sosteneva, ancor prima di sedersi al tavolo delle trattative, la necessità di guardare l’almanacco prima di acquistare un attaccante. E che chi è abituato a fare caterve di gol, le avrebbe fatte a ogni latitudine, a prescindere dalla competitività del campionato di militanza. Chissà se è d’accordo anche Massimiliano Mirabelli, colui il quale dovrà assumersi l’onere e l’onore di fare il mercato per il nuovo Milan cinese.

Tra le varie ipotesi per l’attacco, il club rossonero monitora attentamente anche il profilo di Moussa Dembelé, centravanti francese classe 1996 che in questa stagione ha fatto le fortune del Celtic Glasgow, assoluto dominatore incontrastato della Scottish Premier League. Diciassette reti in campionato in 29 partite, tre in sei apparizioni in Champions League. Dembelé è il classico attaccante moderno, forte fisicamente, bravo tecnicamente e dai grandi mezzi fisici ed atletici.

Piaceva in passato alla Juventus che lo approcciò quando esplose giovanissimo con la maglia del Fulham. I bianconeri lo hanno mollato, virando su altri obiettivi. Dembelé è riesploso ed ora è pronto per una grande squadra. Mirabelli ha fatto una chiacchierata con gli agenti. Se son rose…