Milan, lascia Abbiati: non sarà più club manager

Malgrado si addensino nubi sempre più fosche sui quadri societari, i tifosi del Milan provano a fare quadrato e schierarsi accanto a tecnico e squadra. Ma l’ultima mossa della dirigenza rischia di acuire una spaccatura già profonda tra l’ambiente rossonero ed una società la cui proprietà resta ancora un’incognita. Non bastasse un mercato praticamente inesistente, il Diavolo perde anche una delle proprie figure simbolo: Christian Abbiati.

L’ex portierone rossonero di tanti trofei alzati ha deciso infatti di abbandonare il ruolo di club manager che ha occupato nella passata stagione. Alla base ci sarebbero motivi personali, ma la realtà parla di posizioni completamente distanti rispetto al management rossonero. Una bandiera ammainata, un segnale di continuità, uno dei portatori dell’immagine di quel Milan vincente che ha ammaliato l’Italia e l’Europa. Abbiati lascia, il Milan continua a perder pezzi.