Manchester United, Pogba e Ibrahimovic litigano per le punizioni

Pogba, Ibrahimovic, Rooney, Martial, Mkhitaryan e chi più ne ha, più ne metta. Al Manchester United tutto si può rimproverare, fuorché che non abbia una cifra tecnica complessiva fuori dal normale. Eppure non è bastato finora per scalare la vetta della classifica della Premier League. Lo United è comunque in ripresa dopo lo stentato avvio, anche se non dà ancora l’idea di essere una squadra ed un gruppo affiatato. Del resto difficile far coesistere tanti calciatori dalla straripante personalità.

Dopo il successo dei Red Devils contro il Tottenham per 1-0, proprio Ibra ha tuonato in sala stampa ai microfoni dei cronisti: “Eravamo sul pallone ed entrambi pronti a tirare. Ho detto a Paul che sarebbe stato meglio che facesse gol in quanto quella era l’ultima punizione che gli avrei concesso di tirare. Poi, però, ha preso la traversa…”, ha affermato il campione svedese tra il serio ed il faceto. Già, perché far convivere tanti galli sotto lo stesso pollaio non è impresa agevole neppure per un santone come José Mourinho.