Luca Toni torna in pista: acquisterà il Modena

Luca Toni riparte da zero e riavvolge il nastro. La sua carriera da calciatore, arrivata all’apice con la vittoria dei Mondiali 2006, partì proprio dalla sua Modena. Lo stesso potrebbe accadere per quella da dirigente, arenatasi a Verona dove Toni ha deciso di farsi da parte per divergenze con il direttore sportivo Filippo Fusco.

L’ex centravanti, infatti, è a lavoro per formare una cordata di imprenditori che possa far ripartire il Modena dalle ceneri del dilettantismo in cui è scivolato dopo l’onta del fallimento e della radiazione dai ranghi federali. Una pagina nerissima per il calcio italiano, l’ennesima che mette a repentaglio l’intera credibilità del sistema. Una squadra senza un euro e senza stadio a cui è stato consentita l’iscrizione al campionato di pertinenza: semplicemente follia.

Ora Luca Toni, insieme ad un gruppo di imprenditori locali, potrebbe farsi avanti per formare una nuova compagine societaria che si adoperi per far rinascere i canarini. Toni è originario di Pavullo, piccolo paesino dell’Appennino Modenese, e come detto è cresciuto  nel Modena con cui ha fatto tutta la trafila dai pulcini fino agli esordi tra i professionisti.