Juventus news, si complica la cessione di Zaza

Prandelli s’è dimesso: non è più l’allenatore del Valencia

Cesare Prandelli s’è dimesso e non è più l’allenatore del Valencia. Il tecnico bresciano ha rimesso il proprio mandato in giornata, dopo che la situazione era precipitata già da qualche giorno. Il tecnico italiano non s’era ambientato e dopo un inizio promettente (vittoria all’esordio) ha alternato pareggi e sconfitte.

Salta il trasferimento di Zaza al Valencia

Al Mestalla si respirava una brutta aria, lo stesso Prandelli ha sbottato ripetutamente anche a microfoni aperti accusando i calciatori di remargli contro. Inevitabile il divorzio, che avrà ripercussioni anche sul mercato. Il Valencia cambierà strategia, depennati tutti gli obiettivi individuati dall’ex ct della Nazionale. In primis Simone Zaza, che a questo punto si trova col serio rischio di vivere sei mesi da separato in casa al West Ham.

La Juventus dovrà abbassare le sue pretese per la cessione

Trema anche la Juventus. Il tecnico degli Hammers Slaven Bilic è stato chiaro: Zaza non giocherà più con i londinesi per non fargli raggiungere quota 14 presenze, limite fissato in sede contrattuale per il riscatto obbligatorio. La Juve e l’entourage del calciatore dovranno trovare a breve una soluzione. Ma la sensazione è che i bianconeri dovranno accontentarsi di una cifra di gran lunga inferiore ai 25 milioni di euro (5 per il prestito, 20 per il riscatto) che speravano di incassare dal West Ham.