Juventus

I bianconeri sembrano non essere più quelli dello scorso anno, c’è un’aria eccessiva di nervosismo che non può far che male alle prestazioni della squadra

Una rabbia incontrollata. Cosi raccontano di Mandzukic dopo l’espulsione rimediata nel match vinto 6-2 contro l’Udinese, un episodio inaspettato che ha infastidito e non poco la dirigenza bianconera.

Il club ha preso la sua decisione

La società bianconera ha introdotto la conferma di Mario tra le strategia di pianificazione del futuro. Parliamo semplicemente della bozza della stagione che verrà con sguardo a giugno quando si punta a trattenere per almeno un’altra stagione il croato a Torino, tutt’altro che intimorito dalla concorrenza.

Mario è uno di quei giocatori che ti danno l’anima dal primo all’ultimo minuto di gioco, i bianconeri se lo godono e non sono intenzionati almeno per il momento di accettare nessun’altra offerta da parte di club prestigiosi e non.

La scelta della dirigenza non fa una piega, Mandzukic verrebbe liberato solo se dovesse domandare lui stesso la cessione. Nonostante il brutto comportamento contro l’Udinese, Mario è un giocatore bianconero al 110% anche per il prossimo anno.