Juventus, Antognoni su Bernardeschi: “Forse si è già pentito…”

Dura la vita alla Juventus. Forse anche più di quanto fosse lecito attendersi. Federico Bernardeschi ne sa qualcosa: l’enfant prodige del calcio italiano s’è trovato presto relegato al ruolo di comprimario in maglia bianconera. Da leader e trascinatore della Fiorentina a seconda linea nella Juve, nonostante l’altissimo investimento sostenuto dal club per strapparlo ai viola.

Questione di tempo, si dirà. Le abitudini di Massimiliano Allegri del resto sono ampiamente risapute: l’inserimento dei nuovi acquisti va fatto con pazienza e gradualità. Ne sa qualcosa anche Paulo Dybala.

Ma a Firenze c’è già chi maligna e rifila una stoccata a Bernardeschi. Giancarlo Antognoni, dirigente della Viola, a precisa domanda risponde: “Non è facile giocare nella Juventus e trovare spazio con tutti quei campioni in rosa. Può essere che Bernardeschi si sia già pentito di andare alla Juventus, ma questo non sta a me dirlo e non posso avere la certezza. Di certo quella di andare alla Juve è stata una scelta del calciatore, la Fiorentina l’ha subita”.