Juventus, bordate da Ronaldo: “Forze esterne la aiutavano”

Da un lato manda messaggi d’amore ai suoi vecchi tifosi dell’Inter (clicca qui per leggere l’articolo), dall’altro stuzzica e si attira le invettive degli acerrimi rivali della Juventus. Ronaldo Luiz Nazario da Lima, per tutti il fenomeno, torna a parlare in un’intervista alla Gazzetta dello Sport e tocca anche il tema ricordi, soffermandosi in particolare sull’ormai famoso 5 maggio 2002. Giorno triste per i tifosi interisti che videro infrangersi il sogno scudetto per un’inopinata sconfitta contro la Lazio per 4-2.

“E’ una ferita ancora aperta che mi provoca tanto dispiacere – ricorda Ronaldo L’Inter era un progetto bellissimo, un sogno coltivato dall’immensa passione del presidente Moratti. Non siamo riusciti a farlo realizzare un po’ per colpa nostra, un po’ per alcune forze esterne che aiutavano la Juventus a raggiungere determinati risultati”, la bordata di Ronaldo che poi riconosce i meriti all’attuale management bianconero.

“Oggi i bianconeri hanno un altro modus operandi, lavorano in maniera molto più trasparente rispetto ai miei tempi e raccolgono quello che seminano e meritano”. Ci sono momenti, attimi, episodi destinati a restare impressi nella storia. E quel contatto tra Mark Iuliano e Ronaldo resterà impresso indelebile nella memoria calcistica del nostro paese.