Juve, Allegri spiega il crollo di Cardiff: “Molti giocatori avevano problemi fisici”

Torna a parlare Massimiliano Allegri e lo fa con dichiarazioni non scontate né banali. Il tecnico della Juventus ha rivelato di aver seriamente pensato a rimettere il proprio mandato all’indomani della sconfitta in finale di Champions League a Cardiff contro il Real Madrid (clicca qui per leggere l’articolo), ma ha finalmente spiegato i motivi della metamorfosi bianconera, letteralmente dissoltisi nel secondo tempo.

“Abbiamo disputato un ottimo primo tempo, ma nella ripresa il crollo è stato prettamente fisico. Mandzukic quasi doveva essere operato alla caviglia talmente che era gonfia. Pjanic era sul lettino ed il suo ginocchio faceva i capricci. Non voleva rientrare, entrambi hanno stretto i denti ma avete visto come sono andate le cose. Non eravamo più nelle condizioni ideali per contrastare il Real Madrid. Dopo un primo tempo equilibrato, nel secondo abbiamo sbagliato tanti passaggi proprio perché i giocatori non erano più al top fisicamente. A Berlino era diverso, avevamo vinto lo scudetto un mese prima ed avevo avuto il tempo di far recuperare i giocatori”, dice Allegri.

Probabilmente sarebbe stato opportuno un maggiore turnover, anziché spremere come limoni i titolarissimi arrivati poi cotti a Cardiff.