Oltre settecentomila euro di buonuscita. S’è chiusa ieri mattina la trattativa tra la Juventus e Beppe Marotta per la rescissione del contratto dopo la scadenza del mandato da amministratore delegato del club bianconero. Un accordo chiusosi con una stretta di mano a suggellare un matrimonio lungo, duraturo e ricco di successi. Sportivi ma anche economici.

Marotta incasserà per l’esattezza 723.550 euro lordi, cui andranno sommati emolumenti maturati per 5,6 milioni di euro lordi. Una cifra quasi da top player, comunque meritata da Marotta per i brillanti traguardi conseguiti al timone della Juve.

All’altro ex amministratore delegato Aldo Mazzia andranno invece “solo” 587 mila euro lordi tra preavviso e buonuscita vera e propria.