Icardi, retroscena di mercato: “Juve e Napoli lo bocciarono”

“Prima di portarlo alla Sampdoria, proposi Mauro Icardi a Juventus e Napoli. Mi dissero che non faceva al caso loro e lo bocciarono”. Chissà quante volte bianconeri e azzurri si sono mangiati le mani e forse anche qualche altro arto. A parlare è Nunzio Marchione, procuratore e talent scout di Maurito ai tempi della militanza nella seconda squadra del Barcellona. I blaugrana snobbarono Icardi nonostante 38 gol in due stagioni.

“Io e Ulisse Savini promettemmo a Icardi che lo avremmo portato in Italia. Fu bravissimo Pecini, capo scouting della Sampdoria, a fiutare l’affare. Lui sognava l’Inter, era cresciuto col poster di Zanetti in camera. Si vedeva già all’epoca che era un fenomeno, partiva quel mezzo secondo prima del difensore che poi risultava decisivo per far gol”, le frasi rilasciate al quotidiano Secolo XIX.

Ma l’inizio alla Samp non fu tutto rose e fiori: “Fu determinante l’allora diesse Sensibile a convincere Atzori a portarlo in ritiro. Non giocò tantissimo, fu poi venduto perché il club volle subito far cassa”.