Milan

Donnarumma, Milan preoccupato: percentuale parate troppo bassa

Volendo racchiudere la crisi del Milan in un unico fotogramma, si può tranquillamente utilizzare il volto sconsolato di Gigio Donnarumma. Il baby portiere campano ha raccolto altri due palloni in fondo al sacco nella sconfitta casalinga del Milan contro la Juventus. Dall’altra parte un Gigi Buffon che, a quarant’anni suonati, non smette di stupire per la sua capacità di essere sempre decisivo.

Proprio quello che si chiede ad un campione che si rispetti. Limitarsi al compitino non farà mai compiere il salto di qualità alla squadra. E’ esattamente ciò che si sta verificando in casa Milan dove tutti, Donnarumma in primis, non stanno avendo il rendimento eccelso che era auspicabile e atteso alla vigilia.

Un dato inchioda Donnarumma alle sue responsabilità. Gigio non fa papere, ma neanche miracoli: ha parato appena il 57,9% dei tiri subiti in campionato. Impietoso il paragone con i competitor: Reina è vicino al 62%, Buffon al 64, Handanovic oltre il 77, Alisson addirittura a 86,5, Strakosha si avvicina all’80%. Da Donnarumma era lecito attendersi molto di più dopo il tormentone della scorsa estate. Ma il calcio offre sempre un’occasione di riscatto. Basta saperla cogliere…