Aurelio De Laurentiis vs everyone. Il presidente del Napoli attacca frontalmente il mondo del tifo intervenendo a Roma nel forum “Il calcio che vorrei” organizzato dal quotidiano Corriere dello Sport.

Il patron del Napoli prima se la prende con Salvini, poi prende di mira le curve: “Il Ministero degli Interni è totalmente assente, in curva si spaccia fumo e cocaina e nessuno muove un dito. Stiamo di fronte ad attività illecite tollerate dallo stato. I questori hanno paura di emettere Daspo, dovrebbe essere automatico nei confronti di chi negli ultimi anni ha subito condanna per furto, spaccio, rapina o omicidi. A queste persone non dovrebbe neanche essere consentito l’acquisto dei biglietti”.

De Laurentiis se la prende anche con gli steward: “E’ una figura che crea problemi alle società, spesso sono in combutta con la malavita. Siamo il paese più corrotto del mondo”.

Immancabile l’attacco alla Juve: “Ha avuto 75 milioni gratuitamente per lo stadio, quindi ha speso soltanto 50 milioni. La famiglia Agnelli ha un potere su Torino che gli ha permesso di avere dei favori”.