Il difensore della Chapecoense si risveglia in ospedale e chiede il risultato della finale

“Perchè sono in ospedale così conciato e con tutte queste ferite? come è finita la finale?”, sono queste le parole di Neto, difensore della Chapecoense, sopravvissuto alla strage aerea.

Nessuno ha avuto il coraggio di rispondere al giocatore che è ancora in stato critico all’ospedale.

Ha una vertebra fratturata ma riesce a respirare da solo

Secondo ‘Globoesporte’ e Rete Globo, il difensore brasiliano è di nuovo cosciente. La sua situazione continua a essere preoccupante. Nello schianto ha riportato una frattura alla vertebra lombare. Al momento riesce a respirare da solo ma non ricorda assolutamente nulla. Noi facciamo un grosso in bocca al lupo a Neto. Torna presto campione!