Caso D’Amico-Milan, interrotto il silenzio stampa

Milan, chiarimento tra Ilaria D’Amico e Marco Fassone

Tutto rientrato. E’ bastata una telefonata tra Ilaria D’Amico e l’amministratore delegato del Milan Marco Fassone per far rientrare la burrasca ed interrompere il silenzio stampa improvvisamente indetto dal club rossonero per protestare contro un’uscita – giudicata fuori luogo – della popolare giornalista nonché compagna del portiere della Juventus e della Nazionale Gianluigi Buffon.

Milan, club infuriato con la D’Amico

Durante Sky Calcio Show, la D’Amico aveva nuovamente insinuato e avanzato dubbi sulla solvibilità economica del Milan con particolare riguardo alla copertura finanziaria delle recenti e numerose operazioni di mercato portate avanti dal Diavolo dopo il passaggio di proprietà ai cinesi. Frasi che avevano fatto infuriare Fassone tanto da giungere alla clamorosa decisione di non mandare nessun calciatore ai microfoni dei cronisti. Decisione ancor più impopolare in quanto il capo della comunicazione del Milan è Fabio Guadagnini, per anni giornalista della tv di Rupert Murdoch.

Milan – Fassone precisa: “Situazione finanziaria ok”

Tutto rientrato, dalla prossima partita Montella e gli altri tesserati rossoneri riprenderanno a sfilare dinanzi ai microfoni dei cronisti. Fassone ha nuovamente chiarito a Milan TV: “La solvibilità del club è garantita dalle banche. Siamo stufi di ragionamenti imprecisi basati unicamente su illazioni”.