Calciomercato Milan news: Galliani: “no al mercato” – Frizioni Galliani-Fassone, i clamorosi scenari

News Milan: ieri Galliani lascia tutti a bocca aperta

Dopo Milan Atalanta Galliani ha lasciato tutti con il fiato sospeso con le sue dichiarazioni che non hanno fatto felici nessuno, da Montella ai tifosi rossoneri. Il Diavolo, secondo Galliani, farà poco o niente nel mercato di Gennaio che rimarrà praticamente fermo se non in uscita. Il Milan attuale, secondo Galliani, ha una buona struttura e può rimanere cosi, soprattutto in ottica del closing. Ancora una delusione per i tifosi rossoneri che speravano in alcuni colpi “cinesi” del mercato di Gennaio.

Polveriera Milan: tutto in discussione

Il Milan è una polveriera. Il ritardo nel closing ha creato effetti di difficile gestione. Almeno nell’immediato, cioè fin quando dovranno convivere vecchio e nuovo management. La prima conseguenza è il notevole rallentamento della macchina decisionale (ogni scelta deve essere avallata da più teste ed anime). Un percorso ad ostacoli che ha prodotto il primo intoppo: la trattativa sul rinnovo di Bonaventura.

No dei cinesi al rinnovo di Bonaventura: era tutto fatto

Galliani e Mino Raiola avevano trattato e definito l’accordo per rinnovo ed adeguamento del contratto. Ma Fassone ed i cinesi hanno posto il veto. Non c’è fretta, l’attuale contratto scade nel 2019, non c’è ragione di procedere all’aumento già da subito. Nonostante l’impegno che Galliani aveva assunto nei confronti del ragazzo che aspettava il raddoppio dello stipendio già dallo scorso luglio, e che invece probabilmente dovrà attendere l’inizio della prossima stagione. Inutile anche rimarcare come l’abbiano presa Galliani e Raiola.

Raiola imbufalito: salta rinnovo Donnarumma?

Ma non solo. I cinesi non hanno gradito alcune frasi di Raiola (“Voglio conoscere chi sono e i loro programmi prima di discutere il futuro di Donnaruma”) e hanno chiesto delucidazioni a Galliani sul perché non si siano gettate le basi del rinnovo di Gigio nella trattativa per il contratto di Bonaventura. Screzi, scaramucce, diversità di vedute. Raiola non gradisce ed intanto si guarda intorno. Il rinnovo di Donnarumma appare sempre più complicato.