Calciomercato Milan: Fassone su Donnarumma alla Juventus: “Marotta è molto abile”

Continua a tenere banco in casa Milan la telenovela Gigio Donnarumma. Il rifiuto dell’offerta di rinnovo di contratto con i rosso-neri, infatti, ha scatenato un autentico terremoto sul mercato. Il Real Madrid sembrava la destinazione più ovvia, ma, come confermato da Marotta, anche la Juventus si sarebbe messa in fila per il numero uno rosso-nero.

Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, ha parlato della possibile trattativa non dicendosi stupito dell’interesse dei bianco-neri:

“Marotta vuole provare a portate alla Juventus Gigio Donnarumma? Mi sarei stupito del contrario. Marotta è molto abile: se alla Juve interessa il nostro portiere noi siamo qui”.

Ultime Milan, clamorosa apertura per Donnarumma alla Juve

Le parole dell’ad del Milan non passeranno così inosservate. La Juve, infatti, potrebbe provare l’affondo per il calciatore “promesso sposo” del Real Madrid. Il suo agente, Mino Raiola, aspetta di capire chi sarà la squadra a muoversi per prima per il calciatore. I rosso-neri, probabilmente, sperano che si scateni un’asta per il proprio portiere. Donnarumma ha solo un ultimo anno di contratto con il Milan e il Diavolo proverà a monetizzare il più possibile.

Milan News: le parole di Mirabelli

Intanto anche il ds del Milan Massimiliano Mirabilli si è espresso sull’argomento nel corso di un’intervista rilasciata al Corriere dello Sporte

 

“Cristiano Ronaldo può lasciare la Spagna. Se il Real vuole Donnarumma, siamo pronti a parlarne con Perez. Ovviamente il prezzo non è di 400 milioni. 

“Quando si parla chiaro non si sbaglia mai. E sin dal primo giorno abbiamo sempre parlato chiaro con i nostri tifosi. Su tutto. Volevamo regalare un simbolo ai nostri tifosi. Donnarumma poteva diventarlo: avrebbe avuto la fascia di capitano.

L’offerta era enorme, 25 milioni netti in 5 anni significano 50 milioni lordi a carico della società. Ci siamo rimasti male, ma non abbiamo litigato con Raiola. Le parti hanno preso atto della situazione Siamo amareggiati, come lo sono i nostri tifosi”.