Calciomercato Juventus, scoppia il caso Kean

E’ il primo classe 2000 ad aver esordito in A

E’ l’uomo del momento. Anche se sarebbe più opportuno chiamarlo ragazzo del momento considerando che alla tenera età di sedici anni è stato il più giovane debuttante in serie A. Moise Kean, classe 2000 nuovo talento svezzato dalla cantera della Juventus, è già al centro di un vorticoso giro di mercato. I bianconeri se lo coccolano e se lo tengono stretto dopo l’esordio di ieri col Pescara. Ma c’è già chi immagina per lui un futuro lontano da Torino.

Marotta punge Raiola: “Speriamo non ce lo porti via”

Chi? Il solito Mino Raiola. A lanciare l’allarme l’amministratore delegato bianconero Beppe Marotta: “Speriamo che non ce lo porti via. Crediamo nella correttezza e nella trasparenza del rapporto che abbiamo instaurato con lui. Ufficialmente non conosciamo il nome dell’agente, Moise ha davanti a sé tanti anni per giocare nella Juve. Per lui deve essere motivo d’orgoglio, non bisogna pensare solo al dio denaro. Gli agenti devono far ragionare i loro assistiti”, le parole di Marotta riportate dalla Gazzetta.

Arsenal, PSG e United su Kean

Kean ufficialmente è seguito dalla madre, ma Raiola è l’uomo ombra che sta già lavorando per portarlo via da Torino. Il rinnovo del contratto con la Juventus è ad un punto morto, tra domanda ed offerta c’è una notevole distanza. Arsenal, Paris Saint Germain e Manchester United restano vigili sul nuovo talentino della Juventus. Che spera di non subire un caso Pogba al contrario.