La sua permanenza a Londra sembrava scontata, quasi una formalità. Terzo posto al primo colpo dietro soltanto a City e Liverpool, protagoniste di un campionato ai limiti della fantascienza. Finale di League Cup e di Europa League con l’Arsenal ancora da giocare. Insomma, Maurizio Sarri al Chelsea non ha sfigurato alla prima annata. Anzi.

Eppure il tecnico italiano deve ancora fare i conti con l’ostracismo dei media e della tifoseria che hanno indotto Roman Abramovich a preparare il benservito. A Stamford Bridge arriverà Frankie Lampard, Sarri invece tornerà in Italia.

Dove? A sorprese avanza a grandi passi il Milan. L’ad rossonero Gazidis ieri è volato a Londra dove nelle prossime ore incontrerà Sarri, di ritorno dalla tournée a Boston dei Blues. Sul piatto un triennale da tre milioni di euro netti a stagione.