Atalanta news: Caldara è un caso e preoccupa la Juventus

La Juventus lo voleva a Torino con un anno d’anticipo per colmare il buco lasciato dalla partenza di Leonardo Bonucci. Mattia Caldara ha declinato preferendo un altro anno d’esperienza nella tranquilla Bergamo, peraltro con l’importante vetrina della partecipazione in Europa League dell’Atalanta. Un gesto apprezzabile, di grande umiltà rispettato dalla Juventus che ne detiene il cartellino acquistato lo scorso gennaio per la (non) modica cifra di diciotto milioni di euro complessivi.

Atalanta – Caldara in panchina e fuori dalla Nazionale

Ma cos’è successo a Caldara? Sparito dai radar. Due panchine su due nelle prime uscite in campionato dell’Atalanta, peraltro conclusesi con zero punti all’attivo e ben quattro reti raccolte nel sacco da Etrit Berisha. Gasperini gli ha preferito Palomino nel terzetto con Toloi e Masiello.

Caldara – a gennaio intervento della Juve se resta in panchina

Il primo effetto è stato il mancato inserimento di Caldara nella lista dei calciatori convocati dal commissario tecnico Giampiero Ventura per il decisivo incontro in programma contro la Spagna, sfida dalla quale dipenderanno le velleità dell’Italia di qualificazione diretta ai mondiali in Russia. La Juve osserva preoccupata ma per ora non interviene. Se tale situazione dovesse reiterarsi, però, non è escluso un intervento a gennaio magari per dirottare Caldara in un’altra società.