“Ho in mente la Juve del futuro da sei mesi”. Max Allegri lo ha ripetuto a chiare lettere ed in più di una circostanza. E chissà che non sia proprio questo l’apice delle divergenze con proprietà e dirigenza, ormai giunte all’apice.

La Gazzetta dello Sport oggi in edicola svela un’importante retroscena di natura tattica. Allegri, infatti, sarebbe intenzionato a schierare la Juve del futuro con il 4-3-1-2. Un trequartista, il gallese Ramsey, più due punte. Una sarà Cristiano Ronaldo, l’altra chissà. Non è mistero che il futuro di Dybala sia strettamente legato a quello di Allegri.

Altra novità: addio regista, davanti alla difesa toccherà ad Emre Can nelle vesti di mediano metodista di rottura. Mancherebbero le due mezzali di qualità: una potrebbe essere Bernardeschi, l’altra andrà necessariamente reperita sul mercato considerando Bentancur acerbo e Khedira ormai usurato. Modulo che prevede il sacrificio di Milan Pjanic: il futuro del bosniaco sarà lontano da Torino, PSG in prima linea su di lui.