Ultimissime Calciomercato As Roma: le novità – Sabatini a Londra per parlare di Salah e non solo!

Modificato:

ULTIM’ORASabatini si trova a Londra per trattare Salah con il Chelsea con cui, voce dell’ultima ora, si potrebbe anche parlare di Romagnoli che stuzzica e non poco a Mourinho. In un’intervista il presidente della Fiorentina però ha cosi commentato la vicenda Salah: “Non parlo di Salah, parleranno solo gli avvocati. A Londra andremo anche noi a parlare con il Chelsea, vi posso assicurare che è una vicenda ancora lunga.”. 
DZEKO VUOLE SOLO LA ROMA  – Edin Dzeko (29 anni) vuole solo la Roma.Secondo Sky Sport il calciatore sta insistendo con la sua attuale società per trasferirsi in giallorosso. La punta bosniaca ha voglia di cambiare casacca e misurarsi con un nuovo campionato, proprio questa sua convinzione lo porterà quasi sicuramente a vestire la maglia giallorossa il prossimo anno. AGGIORNAMENTO ORE 13.27 – Ma nelle ultime ore si segnala l’interessamento del Porto per il giocatore del Manchester City, che dopo la cessione di Jackson Martinez ha un grande budget a disposizione per sedurre il City ed il giocatore. A questo punto la trattativa potrebbe anche arenarsi, la Roma se vuole veramente il giocatore deve affrettare i tempi!

SALAH – Mohamed Salah come Beautiful, la famosissima telenovela. Oggi,  secondo Sportmediaset il DS della Roma Walter Sabatini ha pranzato con l’attaccante egiziano strappando un assenso dal forte giocatore x Fiorentina. A sua volta poi Sabatini avrebbe contattato la squadra viola per evitare guai giudiziari ed avrebbe proposto, come anticipato dalla nostra redazione, il suo attaccante Mattia Destro, anche lui in odore di partenza.

PORTIERE – Come si sa da tempo la Roma è alla ricerca di un portiere affidabile dopo che De Sanctis lo scorso anno non ha giocato un grandissimo campionato, condito anche da parecchi infortuni. Ultimo nome di questo frenetico calciomercato è quello di Rafael Cabral, portiere del Napoli che si è fatto notare lo scorso anno più per i paperoni che per le parate fatte durante l’anno tanto da sedersi in panchina per non rialzarsi più.