Scuffet riparte dalla Serie B, ma si è promesso alla Roma

Modificato:

Strana la parabola di Simone Scuffet, classe ’96, professione Portiere di Calcio.
L’anno scorso era considerato il migliore talento italiano nel ruolo. Molti vedevano in lui l’erede di Buffon. L’Altletico di Madrid era arrivato ad offrire ben 18 milioni per lui. Poi è successo l’inspiegabile. Non si capisce bene chi abbia rifiutato l’Atletico, l’Udinese o il Giocatore. Fatto sta che Scuffet finisce ai margini della squadra per un misterioso infortunio. Finisce quasi nel dimenticatoio. 
Quest’anno l’Udinese lo ha ceduto in prestito al Como, in serie B. Il suo riscatto partirà la lì. Ecco le parole del portierino: “A Como ho voglia di crescere e migliorare. Per questo, ho preferito andare in Serie B; sono sicuro che sarà un’esperienza che arricchirà il mio curriculum. La Roma? Non so nulla. ma se fosse interessata a me avrebbe un canale privilegiato. Ora penso solo a fare bene al Como”