Liguori sbotta dopo la querela dell’AIA

Modificato:

Paolo Liguori, direttore di TGcom24, è sicuramente il giornalista del momento. Il vulcanico giornalista, nonché accanito tifoso della Roma e anti-juventino per eccellenza è salito alla ribalta della cronaca per le dichiarazioni effettuate durante l’ultima puntata di TikiTaka.

Liguori, quando è probabile la designazione di Rizzoli come arbitro di Juve-Napoli, aveva dichiarato di sapere con certezza che l’arbitro dell’ultima finale di coppa del Mondo avrebbe commesso un errore pro juve. Dopo queste forti dichiarazioni è successo il finimondo. Pare che proprio a causa sua Rizzoli, d’accordo con Messina, abbia deciso di “abdicare” fingendo un infortunio al polpaccio.

Oggi pomeriggio è arrivata la risposta dell’AIA, che giustamente ha deciso di querelare Paolo Liguori.

In serata sono arrivate le ennesime dichiarazioni di Liguori, forse ancora più clamorose delle prime. Ecco cosa ha detto il direttore di TGcom: “Non capisco perché mi hanno querelato. Ho espresso solo un opinione. Non ho prove ma dati certi che confermano che Rizzoli quando sbaglia lo fa solo in una direzione. Nessuno deve insegnarmi la deontologia professionale. L’Aia dovrebbe ringraziarmi, ora con Orsato sarà tutto diverso. Vi ricordo che è scoppiata Calciopoli…bisogna denunciare le cose