Lega Pro – la rivelazione: “Gioca solo chi ha sponsor e raccomandazione”

Modificato:

Lega Pro – la rivelazione: “Gioca solo chi ha sponsor e raccomandazione”

“Lascio il calcio professionistico. Ormai in Lega Pro può giocare solo chi ha la raccomandazione di qualche procuratore o dirigente, oppure chi porta lo sponsor, vale a dire paga per giocare. E’ uno schifo, preferisco scendere in serie D per ritrovare il piacere di giocare a calcio, la cosa che amo di più”. E’ la scottante rivelazione di Andrea Cristiano al portale Gazzamercato. Frasi destinate a far discutere semplicemente perché ribadiscono con forza quanto ormai, nell’ambiente, è già risaputo da anni.

Dicerie e voci di corridoio che rispondono totalmente alla realtà. Ma che nessuno ha la forza né il coraggio di denunciare. Facendo nomi e cognomi, sbattendo in prima pagina i colpevoli del totale declino del calcio italiano. Che parte dal basso, dalle scuole calcio dove i genitori pagano per far giocare i propri figli, prosegue per le categorie minori ed arriva a serie A e Nazionale, ormai non più competitive e lontane anni luce dai fasti degli anni d’oro. Cristiano, 250 gare in B con Albinoleffe, Ascoli, Varese ed altre, ha semplicemente detto ciò che tutti, bene o male, sanno. L’ennesimo sasso lanciato nello stagno. Ma quando s’inizierà davvero a punire i responsabili?