Gargano critica apertamente Napoli: “Sono maleducati!”

Modificato:

Arrivano le parole che non ti aspetti direttamente dal Messico, dove un ex giocatore del Napoli, idolo dello Stadio San Paolo, attualmente sta giocando. Walter Gargano, ex giocatore del Napoli classe ’84, centrocampista del Monterrey, ha giudicato la sua ex tifoseria usando termini e modi inopportuni: “Napoli? Vivono bene il calcio in modo passionale ma la loro cultura non mi piace, sono maleducati e insolenti. Dove gioco ora non c’è quell’ansia e quel pathos esagerato che si respira a Napoli, se ti vedono cenare non ti disturbano, la gente napoletana in qualsiasi momento della giornata, sbraitando il loro dialetto senza mai chiedere per favore ti infastidiscono, è pazzesco. E’ comunque un fastidio per il giocatore perchè comunque vadano le cose non puoi mettere il naso fuori di casa, sia se perdi sia se vinci.”

Poi Gargano continua la sua intervista raccontanto di Mazzarri e dei problemi nello spogliatoio del Napoli: “Un giorno ricordo che Lavezzi voleva picchiarlo, io lo fermai, e non è stato mai riconoscente con me, nemmeno per questa cosa. Non avevamo un buon rapporto, anzi, pessimo. Lavezzi e Mazzarri stavano arrivando alle mani perchè el pocho era un ribelle e a Mazzarri non andava bene: non voleva che bevessimo il mate e non voleva che ascoltassimo musica ma in campo siamo stati sempre molto professionali.“.