Clamoroso Napoli: ecco quanto guadagna la famiglia De Laurentiis dal club azzurro

Modificato:

Calcio Napoli – scoop Sole24 Ore – ecco quanto guadagna De Laurentiis dal Napoli

Napoli-Aurelio De Laurentiis, il rapporto è ai minimi storici. I tifosi azzurri non hanno perdonato al patron la cessione dell’idolo Gonzalo Higuain. All’argentino i sostenitori azzurri imputano il tradimento del passaggio ai rivali storici della Juve, ma sostanzialmente riconoscono nel merito le ragioni dell’addio: con questo progetto tecnico e societario, il Napoli difficilmente potrà competere con le big d’Italia e d’Europa.

Malcontento nei confronti della proprietà che aumenterà certamente dopo lo scoop pubblicato dall’odierna edizione de Il Sole 24 ore e riportato da diversi siti di calcio e mercato. Il popolare quotidiano economico ricostruisce per filo e per segno il filo che lega il Napoli alla famiglia De Laurentiis. Ricchi bonus, stipendi e dividendi: un’autentica “gallina dalle uova d’oro”.

Dal 2010 ad oggi la famiglia De Laurentiis ha guadagnato 20 milioni di euro

Di seguito la ricostruzione completa. “Dal 2004, dopo l’acquisto e il rilancio, la vera gallina dalle uova d’oro della famiglia romana è divenuto il club partenopeo: fonte di munifici e generosi compensi ai consiglieri di amministrazione della società. L’80% del consiglio di amministrazione partenopeo, infatti, è composto da tutti i familiari del presidente. Ben stipendiati sono moglie, figlio e figlia. C’è lui, Aurelio, poi la moglie, la ricca ginevrina Jacqueline Marie Baudit, i figli Edoardo e Valentina De Laurentiis e infine il fido Andrea Chiavelli factotum ed uomo dei contratti delle due principali aziende di famiglia: il Napoli e la Filmauro. Valentina ed Edoardo sono consiglieri anche in altre società di famiglia, dalla Filmauro fino ad alcuni veicoli immobiliari. L’aumento dei ricchi emolumenti è ormai periodica da anni. Tra il 2010 e il 2012 Aurelio De Laurentiis e i suoi familiari si sono concessi 8 milioni di euro di stipendi. Nel 2013-2014 (quando è stata contabilizzata la cessione di Cavani per 64 milioni) il board è stato ancor più generoso: concedendosi emolumenti per oltre 5,5 milioni di euro, il che ha reso il consiglio di amministrazione partenopeo il più ricco d’Italia. Un dato in linea con il 2012/13, in cui i consiglieri partenopei percepirono cifre leggermente inferiori, cioè oltre 5 milioni, superando anche il consiglio di amministrazione della Juventus (4 milioni). Infine quest’anno il consiglio di amministrazione familiare, visto anche l’aumento degli oneri del club, è stato più avaro concedendosi soltanto un milione di emolumenti. Insomma, complessivamente fanno circa una ventina di milioni di stipendi dal 2010 ad oggi. Mica male. E per il bilancio 2015-2016, con la cessione di Higuain, si attendono ancora lauti bonus per la famiglia”.