Calcioscommesse – LIVE la conferenza stampa sul Caso Catania

Modificato:

La Procura distrettuale di Catania in conferenza stampa per parlare dell’indagine sul Catania che ha portato agli arresti il Presidente Antonino Pulvirenti, l’AD Pablo Cosentino, l’ex DG Daniele Delli Carri, che sono accusati di “frode sportiva e truffa”, per avere comprato 4-5 partite dello scorso campionato di serie B.

Parla il procuratore Sardi: “Secondo le indagini almeno cinque partite, addirittura forse sei, siano state truccate attraverso il pagamento dei giocatori. Al momento ci sono altre persone indagate ma non possiamo svelare i nomi che verranno fuori nei prossimi giorni.”

11:40 – Le partite interessate dall’indagine sono le seguenti: VARESE-CATANIA 0-3, CATANIA-TRAPANI 4-1, LATINA-CATANIA 1-2, CATANIA-TERNANA 2-0, CATANIA-LIVORNO 1-1. Attualmente ancora al lavoro gli inquirenti per la partita Catania-Avellino del 29 marzo scorso terminata per 1-0 dove ancora non si hanno elementi utili per definire comprata. Ma gli inquirenti si sono sbilanciati dicendo che anche questa dovrebbe essere truccata.

11:42 – Parla la dottoressa Antonella Paglialunga, dirigente Digos: “L’indagine parte dopo la sconfitta con la Virtus Entella, che fa sprofondare il Catania in classifica.  L’attività di indagine ha subito evidenziato il vincolo associativo tra gli indagati e gli arrestati e si è immediatamente evidenziato un sospetto di combine per la partita con il Varese. L’operazione “I treni del Gol” deriva dal linguaggio utilizzato dai diretti interessati in cui i treni erano i giocatori da avvicinare e gli orari d’arrivo le magliette che avrebbero indossato nella partita in questione. Gli associati lavoravano in due fasi: la prima,  aveva al suo vertice il presidente Pulvirenti e la seconda che portava agli interessati il denaro. Il presidente Pulvirenti dopo aver sentito Impellizzeri (uno degli arrestati) dava il via, il DG Delli Carri parlava con Di Luzio (si conoscevano) che a sua volta contattava Arbotti, agente Fifa, che vantava conoscenze che gli permettessero di avvicinare i calciatori. Arbotti poi si interfacciava con Delli Carri per la riuscita della combine”.

Nello specifico, ecco il linguaggio utilizzato dagli attori per comunicare a distanza:

“il magistrato” = il presidente Pulvirenti Antonio;
“l’udienza o la causa” = la partita in questione da truccare
“tariffa o parcella dell’avvocato” = il prezzo per la corruzione del calciatore;
“il treno” = il calciatore;
“l’orario del treno o il binario” = il numero di maglia del calciatore.

11: 43 – Gli altri indagati che sono stati anche raggiunti da avviso di garanzia sono: i dirigenti del Messina Pietro Lo Monaco, Fabrizio Ferrigno, Alessandro Failla, Alessandro Bernardini del Livorno, Riccardo Fiamozzi del Varese, Luca Pagliarulo (capitano) e Luca Daì del Trapani e Matteo Bruscagin del Latina.

11:49 – Secondo la procura gli indagati sono 19. Ai giocatori che hanno contribuito alle combine sarebbero andati la somma di 10.000 euro ad incontro. 

11:53 – Terminata la conferenza stampa.