Calcioscommesse / Dirty Soccer: UFFICIALE:Richiesta di serie D per Teramo, Savona, Vigor Lamezia, Torres e Brindisi! Tutte le richieste!

Modificato:

Continuano le cause e i dibattimenti per stabilire chi parteciperà ai prossimi campionati professionistici. Palazzi, dopo aver richiesto la lega Pro per il Catania e la Serie D per il Teramo, oggi propone le sue sanzioni al Tribunale Federale Nazionale per il processo di Catanzaro Dirty Soccer.

Ricordiamo che per il Teramo Calcio ieri è stata proposta la retrocessione in Serie D e penalizzazione di 20 punti. Stesso trattamento richiesto per il Savona: retrocessione nel massimo campionato dilettantistico con il -10 in classifica.

Per la Vigor Lamezia esclusione dal campionato Lega pro e 10 punti di penalizzazione ed un’ammenda di € 40.000. Per Arpaia chiede l’inibizione di cinque anni e € 90.000 di ammenda. Per Bellini si chiede la sanzione di cinque anni di inibizione e € 95.000 di ammenda.  Per Costantino quattro anni di squalifica e € 60.000. Per Maglia cinque anni di inibizione e € 80.000.

Il Consiglio Federale deciderà quindi a breve se far ripartire la Vigor Lamezia dalla serie D o addirittura dall’eccellenza con 10 punti di penalizzazione.

Passiamo alla Torres: retrocessione e dieci punti di penalizzazione da scontare in serie D per la TorresCinque anni e 80.000 euro di ammenda per il presidente Domenico Capitani. Quattro anni di squalifica e 60.000 euro di ammenda per l’ex allenatore Massimo Costantino.

COMUNICATO FIGC QUI DI SEGUITO CON TUTTE LE RICHIESTE ANCHE DEI TESSERATI E DELLE SQUADRE MINORI:

Esclusione dai campionati 2014/15 e penalizzazione di 10 punti in classifica da scontarsi nel campionato di competenza nella prossima stagione per Vigor Lamezia e Brindisi, retrocessione all’ultimo posto in classifica nel campionato 2014/15 e 10 punti di penalizzazione da scontarsi nella stagione 2015/16 per Torres e Barletta Calcio.

Queste in dettaglio le richieste formulate a titolo di responsabilità diretta:

Claudio Arpaia (presidente Vigor Lamezia): inibizione di 5anni più preclusione, più 6mesi di inibizione e 90.000€ di ammenda;
Salvatore Astarita (calciatore Akragas): squalifica di 2anni 3mesi e 40.000€ di ammenda.
Felice Bellini (consulente Vigor Lamezia): inibizione di 5anni più preclusione più 4mesi di inibizione e 95.000€ di ammenda.
Domenico Capitani (presidente Torres): inibizione di 5anni più preclusione e 80.000€ di ammenda.
William Carotenuto (calciatore San Severo): squalifica di 3anni 6mesi e 60.000€ di ammenda.
Salvatore Casapulla (dirigente SS Barletta Calcio): inibizione di 4anni 10mesi e 85.000€ di ammenda.
Antonio Ciccarone (tesserato Neapolis): inibizione di 5anni più preclusione, più 1anno 4mesi e 35.000€ di ammenda.
Luigi Condò (ds SS Barletta Calcio): inibizione 4anni 6mesi e 70.000€ di ammenda.
Ninni Corda (tecnico SS Barletta Calcio): squalifica di 3mesi in continuazione al procedimento relativo a Savona-Teramo, con applicazione art.24 CGS.
Francesco Massimo Costantino (allenatore Torres): squalifica di 4anni e 60.000€ di ammenda.
Savino Daleno (tesserato Città di Brindisi): inibizione di 5anni più preclusione, più 1anno e ammenda di 20.000€.
Fabio Di Lauro (allenatore): squalifica di 4anni 5mesi e 80.000€ di ammenda.
Ercole Di Nicola (ds L’Aquila Calcio 1927): inibizione 4anni 9mesi e 80.000€ di ammenda.
Antonio Flora (presidente Città di Brindisi): posizione stralciata.
Giorgio Flora (vice presidente Città di Brindisi): inibizione di 5anni più preclusione, più 6mesi e 90.000€.
Fabrizio Maglia (ds Vigor Lamezia): inibizione di 5anni e 80.000€ di ammenda.
Emanuele Marzocchi (calciatore Puteolana 1902): squalifica di 1anno 6mesi ex art.24 CGS.
Vito Morisco (tesserato Città di Brindisi): inibizione di 5anni e 80.000€ di ammenda.
Vincenzo Nucifora (ds Torres): inibizione 4anni 6mesi e 70.000€ di ammenda.
Giuseppe Perpignano (presidente SS Barletta Calcio): inibizione 5anni più preclusione e 80.000€ di ammenda.
Giuseppe Sampino (agente di calciatori): inibizione di 4anni 6mesi e 70.000€ di ammenda.

SS Barletta Calcio: retrocessione all’ultimo posto in classifica 2014/15, oltre a -10pt di penalizzazione nel campionato di competenza 2015/16 e 40.000€ di ammenda.
SSD Calcio Città di Brindisi: esclusione dal campionato 2014/15, -10pt di penalizzazione nel campionato di competenza 2015/16 e 8.000€ di ammenda.
Torres: retrocessione all’ultimo posto in classifica 2014/15, oltre a -10pt di penalizzazione nel campionato di competenza 2015/16.
Vigor Lamezia: esclusione dal campionato 2014/15,  -10pt di penalizzazione nel campionato di competenza 2015/16 e 40.000€ di ammenda.

A titolo di responsabilità oggettiva:

– USD Akragas: 2.500€ di ammenda
– L’Aquila Calcio 1927: penalizzazione di -1pt in classifica da scontare nel campionato 2015/16 e 25.000€ di ammenda.
– Neapolis: penalizzazione di -2pt in classifica da scontare nel campionato 2015/16 e 5.000€ di ammenda.
– Paganese Calcio 1926: penalizzazione di -1pt in classifica da scontare nel campionato 2015/16.
– AC Pisa 1909: posizione stralciata.
– SSD Puteolana 1902: penalizzazione di -1pt in classifica da scontare nel campionato 2015/16.
– USD San Severo: penalizzazione di -3pt in classifica da scontare nel campionato 2015/16.

Su istanza dei rispettivi legali, la Corte ha ammesso al processo come parti interessate le società Aurora Pro Patria, Messina Calcio, FC Forlì e San Marino, respingendo altresì l’istanza di procedimento differito presentato dai legali di Fabio Di Lauro e dell’ex ds aquilano Ercole Di Nicola. Come noto, nel corso della seduta preliminare di ieri, erano state stralciate le posizioni di Antonio Flora e del Pisa 1909, rinviate a nuovo procedimento.