Calciomercato Napoli: Higuain-Paris Saint-Germain, offerti 60 milioni di euro

Modificato:

Il calciomercato del Napoli si fa sempre più insistente, le indiscrezioni sono davvero tante. Nomi che vanno e nomi che vengono stanno facendo incuriosire molti appassionati di calcio e tifosi della squadra partenopea, giunta al secondo posto nella stagione 2015/2016 di Serie A appena conclusa.

Un fresca ed ultima notizia di mercato del Napoli proviene direttamente da ‘Le Parisien‘, ossia il noto quotidiano di Parigi, il quale avrebbe dichiarato un possibile contatto tra il capocannoniere argentino Gonzalo Higuain e il Paris Saint-Germain. Il bomber del Napoli e della Serie A pare sia stato folgorato dal progetto che ha in mente per lui la squadra francese. Il “Pipita”, qualora questa notizia bomba dovesse andare in porto, andrebbe a sostituire Zlatan Ibrahimovic.

Il quotidiano parigino ‘Le Parisien’ dichiara inoltre che lo scorso weekend Nicola Higuain fratello del campione argentino, nonché anche suo agente, pare abbia fatto visita nella capitale francese dove ha proseguito i vari colloqui con il Paris Saint-Germain (laureato campione di Francia) facendo visita anche agli impianti. Si tratterebbe di un ingaggio pari a 60 milioni di euro.

Stando sempre a ciò che riporta Le Parisien, a Parigi è avvenuto un incontro del tutto riservato tra Olivier Letang, vice direttore sportivo del PSG, e Gonzalo Higuain, durante il quale il club francese ha espresso tutto l’interesse verso il centravanti argentino. Ecco quanto riporta il quotidiano: “bisogna dire che l’attaccante napoletano è stato sedotto dal discorso parigino e sembra pronto a passare le Alpi per scoprire la Ligue 1. Non è peraltro la prima volta che Higuain e il PSG si girano attorno. Già nel 2012, Leonardo, allora ds della società, aveva tentato di attirare il giocatore che era al Real Madrid”.

Le Parisien ha poi aggiunto un intervento riferendosi al bomber svedese del club francese il quale sarebbe pronto all’addio qualora Gonzalo Higuain giungesse al suo posto: “lui ha il vantaggio di essere nato a Brest, quando suo padre giocava con la maglia di quella squadra, ha la doppia nazionalità franco-argentina e il suo ingaggio non porrebbe problemi rispetto alla quota di extracomunitari”.