Calciomercato Napoli – Giallo Witsel, ora tutto su Herrera

Modificato:

Calciomercato Napoli – Giuntoli a Bruxelles per Witsel, ma chiede troppo. Tutto su Herrera

La notizia diffusa in serata da Mediaset Premium è davvero clamorosa, e per certi versi sconvolgente. Secondo l’esperto di mercato Claudio Raimondi, nella giornata di oggi Cristiano Giuntoli, uomo di mercato del Napoli si è incontrato a Bruxelles con il padre agente di Axel Witsel. L’incontro era finalizzato a chiudere l’accordo tra le due parti sull’ingaggio del giocatore, dopo una fitta serie di contatti via mail e telefonici. All’arrivo di Giuntoli a Bruxelles succede succede però l’imprevisto.  Le due parti avevano sbagliato a fare i conti sulla parte netta dello stipendio per effetto di una differenza di tassazione tra la Russia e l’Italia.

Giuntoli ha sbagliato i conti sulla tassazione

Ecco quanto dichiarato da Claudio Raimondi: “Giuntoli era convinto che la richiesta di Witsel fosse di 4 milioni di euro lordi. Effettivamente era così ma non aveva calcolato che in Russia le tasse sono il 5% a differenza dell’Italia, che per i calciatori si attestano incontro al 60%. In parole povere Witsel si muove dallo Zenit per una cifra netta di 3.9 / 4.0 milioni di euro, che al lordo, in Italia, fanno circa 9 milioni”.

L’episodio è alquanto curioso. Facciamo davvero fatica a credere che un digente esperto come Giuntoli possa commettere errori di questo tipo. Se non ci credete, vi invitiamo a rivedere la puntata dello Speciale calciomercato di Mediaset Premium delle ore 20.15.

Sky riporta un’altra versione

Secondo SkySport la versione è un altra. Il Napoli sapeva benissimo della diversa tassazione ed era andato in russia per proporre al giocatore un contratto da 3 milioni netti, con la speranza che Witsel potesse ridursi l’ingaggio. Il Belga però non ne ha voluto sapere. Secondo i colleghi dell’emittente satellitare la trattativa sarebbe definitivamente saltata. Ora il Napoli è concentrato su Herrera. Per il messicano dovrebbe arrivare la chiusura in settimana, o al massimo all’inizio della prossima!