Arriva il si della Lega alle seconde squadre! Marotta esulta: “è una svolta”

Modificato:

Ieri la lega di serie A ha preso due decisioni importanti per il futuro del nostro calcio: l’introduzione delle seconde squadre in Lega Pro e la riforma del campionato Primavera. Il prossimo anno non ci saranno le seconde squadre, gli effetti si dovrebbero avere a partire dalla stagione 2017/2018.

Apprezzabile sforzo dei Presidenti di serie A per valorizzare i giovani della Primavera chissà che qualcuno non faccia qualcosa per far saltare questo accordo. Per quanto riguarda le seconde squadre si guardava già da tanto al modello spagnolo e a quello tedesco ma nessuno aveva mai mosso un dito con l’ex Presidente della Lega Pro Mario Macalli contrario all’introduzione. Il nuovo Presidente Gravina nei mesi passati si è reso disponibile a questo cambio epocale e ieri per la prima volta si è votato in assemblea con tutti favorevoli e solo due astenuti (Lazio e Verona). C’è da sottolineare che quella di ieri era una riunione tecnica e non un’assemblea ufficiale ma comunque sono numeri schiaccianti e quindi alle votazioni ufficiali non vi dovrebbero essere problemi.

CAMPIONATO PRIMAVERA – Il campionato verrà diviso in due livelli con promozioni e retrocessioni, con le squadre che resteranno 42 ma saranno inserite nelle categorie a seconda del ranking delle ultime stagioni, questo per evitare partite da 8-0 che si sono viste quest’anno. Ci sono da limare altri aspetti fondamentali per la stesura del campionato Primavera ma comunque le basi ci sono tutte per modificare l’organizzazione che negli ultimi anni ha fatto acqua da tutte le parti.